Caricamento in corso ...

Epilogo

Epilogo

La storia ha registrato dettagli della vita di Maometto e della sua relazione sublime e umana con le persone.

Muhammad.. l’uomo  

Gennem tiderne er alle Muhammeds sublime og humane interaktioner med folk blevet dokumenteret. Hans kald og lærdomme var baseret på venlighed og broderskab, og der var ingen dårlige opførsel at spore hos ham. Michael Hart skriver i sin bog The 100; A Ranking of the Most Influential Persons in History:


”“Seppur modeste origini, Muhammad fondò e promulgò una delle religioni più grandi divenendo un leader politico effcace. E giusto oggi 13 secoli dalla sua morte, la sua influenza e il suo potere sono ancora ben presenti e persuasivi. La maggior parte delle persone di cui narrò nel mio libro sono state fortunate di nascere e crescere in centri civilizzati e nazioni molto colte con una situazione politica forte”.a differenza di Muhammad che nacque nel 570 DC, nella città di.Mecca, nel sud dell’Arabia che a quei tempi era retrograda e lontana dal commercio, dall’arte e dall’apprendimento”

“E’ probabile che l’influenza di Muhammad che ha avuto sull’Islam, sia ben più vasta di quella di Gesù Cristo o di San Paolo. Mentre a livello sprituale sembra che Muhammad fu influente sull'umanità nella storia umana come fu Gesù”

history
 

 

 

Muhammad, il leader  

Parlando obiettivamente di Muhammad, il politico e scrittore Lamartine nel suo libro “Storia della Turchia” disse:

“Se la grandezza dell’obiettivo, l’umiltà di voler trasmettere semplicemente signifcati grandi e l’immensità dei risultati fnali sono le tre misure del genio umano, chi possiamo paragonare a Muhammad l’uomo più grande della storia?”

. “Mai un uomo ha proposto per se stesso volontariamente o involontariamente, un obiettivo più sublime: minare la superstizione che esiste tra la creatura e il Creatore, restituire Dio all'uomo e l'uomo a Dio, ripristinare l'idea razionale della divinità in mezzo a questo caos prevalente di materialismo, e quindi sfgurare l’idolatria. Mai un uomo realizzò in così breve tempo una rivoluzione immensa che dura ancora uguale 14 secoli dopo la sua morte nel mondo intero”.

 

 

Lamartine inoltre affermò che Muhammad non utilizzò armi e imperi per creare una forza materiale, ma mosse idee, credenze spirituali e anime. Tutto questo con un Libro in cui ogni lettera diventa legge, con una nazionalità spirituale che abbraccia le persone di tutte le lingue e razze del mondo

history

Muhammed Messaggero di Dio


La storia di Suraqa e la previsione che si avverò dopo 20 anni Epilogo Epilogo

Quando Muhammad emigrò a Medina nel 622 dc con il suo migliore amico Abu Bakr, i leader meccani annunciarono una grande ricompensa di 100 cammelli per colui che avrebbe trovato Muhammad vivo o morto. Successe che Muhammad e il suo compagno furono scoperti da uno dei cavalieri arabi di nome Suraqa bin Malik tentato dalla ricompensa. Però mentre cavalcava, il suo cavallo si fermò più volte ed infne cade a terra. Egli capì che si trattava di un incidente straordinario, come se fosse un messaggio che Muhammad fosse supportato dalla potenza divina. Quando poi Suraqa si avvicinò a loro, Muhammad gli disse: “Ritorna dalla tua gente e ti prometto che un giorno (durante lo stato islamico) tu indosserai i braccialetti di Chosroe, il re Persiano Khusrow bin Hormuz, l’imperatore dell’Iran". AlBayhaqi in Al-Sunan Al-Kubra (6/357), no. 13156 Suraqa convinto dalla promessaritornò indietro da solo, ma non abbracciò l’Islam fno a quando Muhammad conquistò Mecca 8 anni dopo (630 DC)..

history

 

Muhammad morì nell’anno 632 dc ma la sua promessa fatta a Suraqa, rimase in eredità ai suoi compagni. Quando Omar ibn AlKhattab divenne il secondo califfo dell’Impero Islamico. L’Islam aveva raggiunto la Persia nell’anno 642 dc e tutti i tesori di Kusrow fnirono nelle mani del Califfo. Omar si ricordò della storia di Suraqa e lo mandò a chiamare (erano passati 20 anni dall’episodio); dopo la preghiera in congregazione, disse a Suraqa: “Eccoti i bracciali di Khusrow, l’imperatore della Persia, questo è quello che ti aveva promesso il Profeta Muhammad. Mettili e mostra a tutti i musulmani che le promesse di Muhammad vengono mantenute." Suraqa pianse insieme a tutti i presenti. La promessa fatta da Muhammadsi avverò anche dopo la sua morte.

history

Muhammad, il Messaggero di Dio  

Nell’anno 630 DC, Muhammad vinse contro i leader di Mecca e conquistò in modo pacifco la città. Ritornò a casa sua non con l’intenzione semplice di viverci, ovvero non per suoi motivi personali, ma per annullare il paganesimo e ripristinare l’obiettivo iniziale della Kaaba (la costruzione cubica che fu eretta da Abramo per adorare il Dio Unico), e rimuovere tutti gli idoli che vi erano attorno. Chiese per prima cosa al compagno Bilal di salire in cima alla montagna e fare la chiamata alla preghiera:

“Iddio è Grande, Iddio è Grande, Testimonio che non c’è nessuna divinità all’infuori di Allah e che Muhammad è il Suo Messaggero”. Quindi domandò le chiavi della Kaaba ad Othman bin Talha (della famiglia di Bani-Shayba) che era in quel momento il custode della chiave (onore e responsabilità trasmessa di padre in fglio in quella famiglia). Othman un musulmano appena convertito, molti anni prima da miscredente aveva impedito a Muhammad di entrare nella Kaaba e pregare. Quel giorno diversi musulmani chiesero di poter avere l’onore di tenere loro le chiavi della Kaaba, e tutti aspettavano curiosi di vedere a chi Muhammad avrebbe dato infne questo compito e responsabilit

history

 

Muhammad entrò nella Kaaba, rimosse gli idoli, poi guardò Othman e gli disse (nel rispetto verso gli accordi precedenti):

“Oggi è un giorno di lealtà e di pietà. Riprendi la chiave. Da qui al giorno del giudizio nessun altro terrà queste chiavi eccetto voi famiglia di Bani Shayba”. Narrated by al-Tabaraani in al-Kabir (11/120) No .: 11234,

history

Una fedeltà che dura fno ad ogg  

Le chiavi sono tutt’ora custodite dalla famiglia di Bani Shayba! Più di 1400 anni sono passati e la chiave è stata tramandata di generazione in generazione. Fino ad adesso nessuno ha avuto il diritto di prendere da loro le chiavi. Q uando le autorità saudite eseguono l’annuale preparazione e pulizia della K a a b a p e r i l pellegrinaggio, contattano una p e r s o n a d e l l a famiglia dei Bany Shayba per aprire loro la porta della Kaaba

history

MUHAMMAD, A PROPHET FOR OUR TIME  

 

Karen Armstrong autrice di “Mohammad un profeta del nostro tempo” scrive che tutti noi dobbiamo avvicinarci alla vita del Profeta Muhammad dando un giusto e rispettoso peso ai notevoli successi da lui ottenuti. Diede lezioni importanti non solo ai musulmani, ma anche a noi in Occidente. Si può dire che Muhammad portò la pace in quella difcile terra che è oggi l’Arabia Saudita. La sua vita fu una missione instancabile contro l’avidità, l’ingiustizia e l’arroganza. Karen scrive anche di essere persuasa che volendo evitare una catastrofe (musulmani ed occidentali gli uni verso gli altri) dovremmo imparare a rispettarci e apprezzarci e Il modo migliore è quello di iniziare comportandoci secondo l'esempio di Muhammad

history